• CORONAVIRUS: VENETO ZONA GIALLA da venerdì 5 novembre ai sensi del dpcm del 04.11.2020 (chiusura delle mostre e dei musei) la visita artistica è sospesa. L'ACCESSO E' CONSENTITO SOLO PER MOTIVI DI CULTO

Le chiese >  Chiesa di Santo Stefano
Sant'Agostino scaccia gli eretici

Autore: Giustino Menescardi
Secolo: XVIII°
DATA: 1736-43 ca.  COLLOCAZIONE: quarto altare a destra (nella mapp n°9) TECNICA: dipinto su tavola

Originariamente l'altare era decorato da una scultura lignea del santo titolare, San Nicola di Bari, in vesti episcopali. 

A lungo l'altare fu partecipe di interventi di rinnovamento spesso restati inconclusi: nel 1460 la costruzione dell'altare fu concessa a Marchesina Mocenigo che di fatto non completò mai l'opera; nel 1628 i padri lo donarono al conservatore del convento Luigi Ferro che si era offerto di rinnovarlo; seguirono i restauri promessi ma mai portati a termine di Marcantonio Celesti nel 1636 e della famiglia Zorzi.

Finalmente, nel 1668 Lazzaro Ferro, a seguito della canonizzazione di Giovanni da San Facondo, dedicò l'altare a Sant'Agostino. In quest'occasione l'immagine lignea di San Nicola fu sostituita dalla pala oggi presente. 

Nella struttura architettonica, l'altare richiama quello dei Calafatiche lo fronteggia.
Chorus - Associazione per le Chiese
del Patriarcato di Venezia

San Polo, 2986 - 30125 Venezia
tel +39 041 27 50 462
fax +39 041 27 50 494
P.Iva 03034040273
REA VE-275205
info@chorusvenezia.org