• San Giovanni e San Stae i giorni 26, 27, 28 e 29 luglio le chiese di San Giovanni San Stae rimarranno chiuse
  • martedì 27 luglio VARIAZIONI DI ORARIO: San Pietro visite fino alle ore 15.30.
  • PARTNERSHIP a partire da lunedì 5 luglio e fino alla fine del mese di ottobre i possessori del Choruspass avranno uno sconto all'ingresso della Scuola Dalmata dei Santi Giorgio e Trifone www.scuoladalmatavenezia.com
  • PER I POSSESSORI DI CHORUSPASS a partire dal 30 aprile 2021 la Basilica dei Frari non riconosce più l'accesso ai possessori del choruspass

Le chiese >  Chiesa di Santa Maria del Giglio

La chiesa di Santa Maria del Giglio, di antichissima fondazione (IX° sec.), deve le sue forme attuali alla ricostruzione avvenuta nella seconda metà del Seicento.

La facciata, opera di Giuseppe Sardi su lascito testamentario di Antonio Barbaro detto il capitano da mar, è una delle più originali e fastose opere barocche veneziane; nel suo complesso risulta un grandioso monumento celebrante la famiglia Barbaro, rappresentata dalle effigi dei cinque fratelli del capitano e dalla raffigurazione dei luoghi delle sue vittoriose battaglie in nome della Repubblica della Serenissima.

L'interno, ad unica navata, ha il soffitto piano decorato da grandi tele di Antonio Zanchi. Tutto intorno alla chiesa si può ammirare una notevole Via Crucis, dipinta da alcuni tra i più valenti pittori veneziani tra il 1755 e il 1756 (tra gli altri Francesco Zugno, Giambattista Crosato, Gaspare Diziani, Jacopo Marieschi).

Da segnalare la tela di Peter Paul Rubens rappresentante la Madonna con Bambino e San Giovannino, unica opera del fiammingo a Venezia; gli splendidi Quattro Evangelisti di Jacopo Tintoretto (dietro l'altare maggiore), già portelle dell'organo, nonchè le opere di Alessandro Vittoria, Sebastiano Ricci, Giambattista Piazzetta, Jacopo Palma il Giovane e Gian Maria Morlaiter, che fanno di questa chiesa uno straordinario documento d'arte veneziana.
INFORMAZIONI MUSICALI (Aldo Bova "Venezia i luoghi della musica")

Organo Mascioni (1913) a due tastiere inserito in una cassa settecentesca decorata con trionfi di strumenti musicali in legno dorato. La cantoria è decorata con Angeli Musicanti di Antonio Zanchi. I Quattro Evangelisti di Tintoretto (1557), attualmente sotto il coro, costituivano la parte interna delle portelle dell'antico organo.


Orari
VISITA ARTISTICA 
da lunedì a sabato dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00
(chiusura biglietterie, bookshop e ultimi ingressi dieci minuti prima della chiusura)

CELEBRAZIONI
prima festiva (sabati e vigilie) 18.00 (SOSPESA)
Photogallery
 
Chorus - Associazione per le Chiese
del Patriarcato di Venezia

San Polo, 2986 - 30125 Venezia
tel +39 041 27 50 462
fax +39 041 27 50 494
P.Iva 03034040273
REA VE-275205
info@chorusvenezia.org